Metodo

I TRE PRINCIPI FONDAMENTALI

Il Kombat Silat prevede tecniche di braccia e gambe con immobilizzazioni, leve, strangolamenti, calci, calci da terra e tecniche di sbilanciamento dell’avversario. La parte sulla quale ci concentriamo oltre alle classiche tecniche di mano sono i calci a breve distanza, calci atti soprattutto ad attaccare i punti deboli della parte bassa del corpo dell’avversario ( genitali, ginocchia, caviglie…).

Questo ci permette non solo di conoscere tecniche molto distruttive ma, anche di essere preparati ad un eventuale attacco “sporco” da parte del nostro avversario e, quindi, di saperci difendere. Nel corso della creazione e della progettazione del Kombat Silat mi sono attenuto a TRE  principi fondamentali:

  1. ARTE IN CONTINUA EVOLUZIONE
    Il Kombat Silat è conoscenza e la conoscenza si sviluppa, non è mai statica. Questo può definirsi “un sistema moderno”.
  2. INTEGRAZIONE MARZIALE
    Disponibilità a imparare da altre arti marziali integrandole nel sistema, se realmente utili a migliorare lo stile.
  3. EFFICACE ED ESTETICA
    Massima efficacia tecnica senza ignorare il lato estetico. Un praticante di Kombat Silat deve possedere movimenti armoniosi, perfezione ed efficacia nell’ esecuzione tecnica, passi felini, offensive semplici, esplosive, rapide e definitive.

ARGOMENTI TRATTATI NEL CORSO

  1.  Differenza tra aggressività e violenza

  2.  Come evitare di passare dalla paura al panico

  3.  Gestione dei conflitti fisici

  4.  Liberazione dai diversi tipi di prese

  5.  Risoluzione di situazioni di minaccia con coltello

  6.  Personalizzazione delle tecniche

  7.  Stima delle proprie capacità

  8.  Annullo delle credenze

  9.  Assunzione delle proprie responsabilità

  10.  Imparare a non essere una preda

Obiettivo del corso è quello di Formare Istruttori di KOMBAT SILAT e di Difesa personale caratterizzati da estrema professionalità e competenza, curandone tanto il programma tecnico, quanto l’aspetto didattico e organizzativo.

Il Corso di Formazione Istruttori di KOMBAT SILAT è dedicato a chiunque desideri imparare (o migliorare) un sistema valido, veloce e intuitivo;  importante è che abbia un minimo di conoscenza sulle Arti marziali, Sistemi di difesa personale o Sport da combattimento.

VALIDITÀ DEI NOSTRI DIPLOMI  W.F.C.

La W.F.C. è affiliata e riconosciuta dall’Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal Coni: A.S.I. – Associazioni Sportive Sociali Italiane.

Tutti i nostri Tecnici saranno inseriti a breve nei Quadri Tecnici del Settore KOMBAT SILAT  nel sito ufficiale: www.kombatsilat.com  e dei Settori marziali ASI, tale iscrizione farà si che gli stessi vengano iscritti, con un numero seriale in un albo riconosciuto dal Coni per gli Enti di Promozione Sportiva per dare valenza legale ai Diplomi di grado Tecnico rilasciati da questa Federazione e abilitanti all’ insegnamento.

INTRODUZIONE ALLE AREE DI STUDIO

  1. Il principio, la difesa e l’attacco: pugilato, calcistica, leve, proiezioni, spazzate, ginocchiate, tecniche di disarmo ecc. L’obiettivo principale è di sviluppare l’istinto del praticante senza vincoli o restrizioni nel combattimento di bastone verso bastone, quindi di agire in piena libertà di movimento.
  2. Lavoro sui principi difensivi nel settore mani nude, adattabile anche con altri settori, per esempio: solo coltello, sarong, bastone singolo, karambit, machete, ecc.
    L’obiettivo principale è di sviluppare l’istinto del praticante nel combattimento libero a mani nude o contro l’attacco con vari oggetti.
  3. Lavoro sul pugilato filippino.
    La caratteristica del pugilato filippino prevede entrate di qualsiasi tipo: dai colpi di gomito e ginocchiate alle testate e ai “calci sporchi”.  Tutti colpi che ne fanno una disciplina non sportiva ma mirata esclusivamente alla difesa personale.
  4. Sbilanciamento e Proiezione: proiettare l’avversario al suolo, dove si cercherà di chiudere il combattimento con tecniche di immobilizzazione, di strangolamento e rottura degli Arti.
  5. Lavoro di sensibilità mani nude verso coltello: Lavoro di sensibilità mani nude verso mani nude o verso coltello/bastone. Il praticante in questa area di studio potrà acquisire una notevole padronanza sia difensiva che offensiva.
  6. Sezione di Bastone singolo/Coltello/ Karambit/ Sarong: In questa sezione le dinamiche di lavoro saranno completamente focalizzati sulla difesa personale; difesa contro mano nuda o armato.
  7. Sezione leve articolari più contro leve:  In questa sezione si porta il praticante di Kombat Silat ad affinare ulteriormente la padronanza della tecnica marziale utilizzando la forza dell’avversario per renderlo inoffensivo.
  8. Utilizzo oggetti occasionali: Difesa con oggetti occasionali tipo: giornale, penna, chiavi, scarpe, sciarpa/cintura ecc..