COMBATTIMENTO A TERRA

KARAMBIT
marzo 30, 2015
COMBATTIMENTO IN PIEDI
gennaio 30, 2016

COMBATTIMENTO A TERRA

Il kombat Silat e un Metodo di difesa personale molto particolare, che si distacca dai Sistemi classici per la varietà delle tecniche inusuali ed efficaci che vengono prodotte. Il combattimento è spesso considerato contro più aggressori, quindi oltre ad atterrare è importante rendere velocemente inabile l’avversario.

2214-aggressione-donnaLa lotta a terra è ancora più spietata del Brazilian Jujitsu, anzi, colpire le articolazioni dell’avversario atterrato è un principio fondamentale di questo sistema. I punti deboli come gola, genitali, e occhi sono i punti principali su cui dirigere i propri colpi. Prima di tutto l’obiettivo principale è quello di tenere a distanza l’aggressore in piedi e non avvicinarlo per lottarci. Seconda cosa, una volta obbligati al contatto pieno a terra, ci si _mdb-database_imgup_0070116580594_436986679706561_889443242_ncomporta esattamente come in piedi, cioè, si cercano quei “buchi” nella guardia dell’aggressore con tecniche atte a finalizzare il prima possibile rendendo inoffensivo l’aggressore.

In quasi tutte le colluttazioni si inizia con le parole e inevitabilmente si finisce con i strattoni, spinte o proiezioni e quando siamo a terra, se non si reagisce in fretta, la situazione si fa ancora più pericolosa. La guardia a terra prima del contatto è molto simile a quella in piedi. Sia le braccia che le gambe sono posizionate sulla Linea Centrale. Ogni volta che l’aggressore si avvicina con le gambe tenteremo di allontanarlo mirando alle ginocchia utilizzando tecniche di calci molto simili a quelle utilizzate in piedi.

Come detto sopra; CerchSelf-Defense-For-Women1iamo di CONCLUDERE IL COMBATTIMENTO IN PIEDI: la strada non è un ring di MMA e non vale la tattica “porto a terra l’avversario e gli rompo un braccio”! Il TERRENO può essere ACCIDENTATO: cordolo del marciapiede, pozzanghere, vetri rotti, sassi, auto che passano, etc.. Inoltre in una RISSA (o quando non ci siamo accorti della presenza di altri avversari) un calcio sulla nuca o in faccia, mentre ci stiamo occupando del primo avversario a terra, è certamente KO!

Tuttavia può essere inevitabile finire a terra: perché presi all’improvviso e trascinati al suolo, stesi da un colpo al volto oppure inciampati o scivolati per nostra distrazione. Molto spesso può succedere che si cada insieme all’aggressore durante una lotta iniziata in piedi. In questo caso l’obiettivo sarà divincolarsi quanto prima, posizionare il piede tra voi e lui e calciare per allontanarlo e avere modo di rialzarvi.  Oltre ai motivi di pericolo elencati in precedenza, una volta a terra, in pochi secondi uno strangolamento o due pugni in faccia possono lasciarci lì definitivamente!

È necessario quindi l’impiego fulmineo delle tecniche base del Kombat Silat: “DIFESA DEL CORPO” (proteggere i miei punti vitali), colpi portati verso OCCHI, GOLA, GENITALI e COORDINAZIONE DI TUTTO IL CORPO PER GENERARE LA MASSIMA FORZA POSSIBILE atta a divincolarsi dalla presa dell’avversario.